Cittadinanza ambientale - anno primo - venerdì 24 marzo e 7 aprile 2017

Il riscaldamento climatico: le conseguenze locali e globali e le possibili soluzioni.  - 24 marzo e 7 aprile a Belluno e Feltre.
Le Scuole in Rete per un Mondo di Solidarietà e Pace, in coordinamento con l'Ufficio Scolastico e in collaborazione con La Fondazione Giovanni Angelini, Insieme Si può, Samarcanda, Commissione Stili di vita della Diocesi e altre realtà associative della Rete attive sui temi ambientali propongono un percorso di  educazione alla cittadinanza ambientale dedicato ai cambiamenti climatici e alle conseguenze a livello locale e globale.
Il percorso è strutturato in due anni e prevede di approfondire nel primo anno le problematiche e le prospettive future relative ai cambiamenti climatici, partendo dalle evidenze ambientali a livello locale e  globale nelle sue conseguenze e relazioni con la sfera antropica, soprattutto riguardo alle migrazioni, la geopolitica e le guerre.
Il secondo anno prevede un approfondimento delle soluzioni al problema e l’analisi di alcune buone pratiche, già accennate nel primo anno.

Primo anno 2016/2017
a)    Primo incontro:
venerdì 24 marzo
1.    ore 8-10 presso aula Magna I.I.S. Segato-Brustolon in piazza Piloni per le scuole di Belluno, Agordino, Cadore
2.    ore 11-13 presso l’IST. Colotti con le scuole del Feltrino
Relatori il  prof. Cesare Lasen (Comitato Scientifico della Fondazione Dolomiti Unesco e collaboratore della Fondazione G.Angelini, già primo presidente del parco delle Dolomiti Bellunesi), che descriverà le evidenze locali  sulla flora e sul paesaggio, e il dott. Alselmo Cagnati (dirigente dell’ARPAV, collaboratore della Fondazione G.Angelini, direttore della rivista Neve e Valanghe), che  descriverà le evidenze globali e locali nella criosfera  (neve, ghiacciai, permafrost) e le prospettive future.

3. ore 17:30 presso aula Magna I.I.S. Segato-Brustolon in piazza Piloni per la cittadinanza 


b)    Secondo incontro:
venerdì 7 aprile
1.    ore 8-10 presso l’IST. Colotti con le scuole del Feltrino
2.    ore 11-13 presso la sala Teatro del Centro Giovanni XXIII per le scuole di Belluno, Agordino, Cadore
Relatori il dott. Adriano Barbi (ARPAV – Centro Meteorologico di Teolo): Le evidenze locali e globali degli aspetti climatici generali (temperature, precipitazioni, eventi estremi ecc.) e le prospettive future; la dott.ssa Anna della Lucia (tesi sui migranti ambientali nell’European Master in Human Rights and Democratisation): I migranti climatici; il dott.Raffaele Crocco (giornalista RAI, direttore dell’Atlante delle Guerre e dei Conflitti del Mondo): Rapporti tra mutamenti climatici, la geopolitica, le guerre.

3. ore 17:30 presso aula Magna I.I.S. Segato-Brustolon in piazza Piloni a Belluno per la cittadinanza

In allegato la circolare completa

MATERIALI:

LA PRESENTAZIONE  DEL PROF. CESARE LASEN: Le evidenze nella flora dei cambiamenti climatici

LA PRESENTAZIONE DEL DOTT. ANSELMO CAGNATI:

  1. le evidenze locali nella criosfera

  2. le evidenze globali nella criosfera

IL VIDEO DELL'INCONTRO DEL 24/3/2017

LE RISPOSTE DEL PROF. LASEN E DEL DOTT.CAGNATI ALLE DOMANDE POSTE DAGLI STUDENTI IL 24 MARZO 2017

CLICCANDO QUI I MATERIALI DEL SECONDO INCONTRO: VIDEO E PRESENTAZIONI

  1. DOTT. ADRIANO BARBI: Le evidenze locali e globali e gli scenari dei cambiamenti climatici

  2. DOTT.SSA ANNA DELLA LUCIA: i migranti climatici

  3. DOTT. RAFFAELE CROCCO: le infografiche dell'Atlante delle guerre e dei Conflitti nel Mondo

  4. PROF. FRANCO CHEMELLO: La guerra come causa e conseguenza dei cambiamenti climatici

LE RISPOSTE DEL DOTT. BARBI ALLE DOMANDE ALLE DOMANDE DEGLI STUDENTI

Qui i primi materiali segnalati dai relatori, eventualmente utilizzabili per i approfondimenti successivi in classe o in preparazione agli incontri:

1) pubblicazione Il Clima del Tirolo, Alto Adige e Bellunese - Passato, Presente e Futuro con annesso CD scaricabile dal sito http://www.clima-alpino.eu/download. Si tratta del report conclusivo di un progetto europeo (3PClim) nel quale è stato analizzato il clima del settore orientale delle Alpi e i recenti cambiamenti nel contesto globale. C'è anche una parte relativa ai ghiacciai e una sulle prospettive climatiche future.

2) Articolo del "Trentino" 9 febbraio 2017 di Andea Selva

3) da Greenreport anno XII newsletter numero 3093 del 17 febbraio 2017:

Il gennaio 2017 è stato il terzo più caldo mai registrato. Quest'anno torna El Niño?
Antropocene, i cambiamenti climatici antropici 170 volte più veloci di quelli naturali
Entro la fine del secolo le Alpi potrebbero perdere fino al 70% del manto nevoso

4) da Le Scienze:

Attachments:
Download this file (cittadinanza_ambientale-signed.pdf)cittadinanza_ambientale-signed.pdf[progetto cittadinanza ambientale]364 kB
Download this file (cittadinanza_ambientale_2017_web.pdf)Locandina[Locandina degli incontri della sera per la cittadinanza]389 kB

Avviso: su questo sito si utilizzano cookie!

Autorizzo l'uso dei cookie.