Le Scuole in Rete

Chi siamo

CHI SIAMO

  • 30 Istituti di tutti gli ordini di scuola e rappresentativi

          di tutte le aree geografiche della provincia

  • 41 associazioni
  •  6 enti pubblici
  •  1 Istituto scolastico e 1 Comune rumeno
  •  In rete con altre 5 Reti di livello nazionale e

          internazionale

  • In collaborazione con l’Università di Padova

         (Centro Diritti Umani).

Le attività

LE ATTIVITA’

  • Eventi collettivi: Spettacoli a tema, percorsi di formazione,conferenze aperte anche alla cittadinanza, incontri con esperti, formatori, testimoni.
  • Sostegno alle iniziative delle rappresentanze degli studenti
  • Corsi per docenti ed alunni (aperti alla cittadinanza).
  • Valorizzazione delle buone pratiche delle scuole
  • Raccolta di materiali, testimonianze, informazioni sul sito e condivisione “globale”.
  • Coinvolgimento della comunità attorno alle esigenze dei giovani e progettazione di iniziative per la collettività che partano dai giovani.
  • Diffusione della cultura della collaborazione e condivisione.
  • Raccolta di fondi per la solidarietà.
  • Stage di volontariato, viaggi di formazione e scambi in Italia e all’estero.
  • Promozione di laboratori di progettazione tra studenti.

I nostri valori

I NOSTRI VALORI:

 

I valori di riferimento sono iscritti nella

Costituzione Italiana, nella Dichiarazione Universale

dei Diritti Umani, nella Carta dei Diritti

Fondamentali dell’UE, nelle altre norme sottoscritte

dall’Italia, negli statuti della Regione,

della Provincia di Belluno e dei Comuni di

riferimento.

La Rete promuove tutte le iniziative che

favoriscono la diffusione di una Cultura di

Pace e la Cittadinanza Attiva nel senso più

ampio del termine (dallo Statuto della Rete).

Riconoscimenti

RICONOSCIMENTI

Il progetto delle Scuole in Rete 2009/2010 è risultato

primo nel Bando nazionale per la sperimentazione di

Cittadinanza e Costituzione indetto dal Ministero,

avendo conseguito il punteggio massimo. Pertanto è

diventato una buona pratica di riferimento proposta

a modello dal Ministero sul sito “Cittadinanza e Costituzione”.

Il Metodo

IL METODO

CONOSCERE/ESSERE CONSAPEVOLI

PARTECIPARE/INCONTRARE

 PROGETTARE/ESSERE PROTAGONISTI

 

  •  “Metterci la faccia”: dalla parola all’azione, dalla

            sensibilizzazione all’attivazione, dalla conoscenza

            all’assunzione di responsabilità, dalla responsabilità

            alla corresponsabilità.

  •  Migliorare l’efficacia dell’azione attraverso il coinvolgimento

           della comunità: “per educare un bambino

           ci vuole un villaggio” (proverbio africano)

          ...e viceversa.

  •  Sviluppo dell’efficacia delle azioni e delle relazioni

           sviluppando al massimo la cultura dell’agire in

           rete, della moltiplicazioni delle sinergie, previa

           condivisione dei valori e dei progetti.

 

La struttura della Rete

LA STRUTTURA DELLA RETE: 

 

1.L’ASSEMBLEA GENERALE a cui partecipano tutti gli

enti, le associazioni, le scuole (dirigenti, docenti,

genitori e alunni) e i liberi cittadini

 

2.IL DIRETTIVO, a cui partecipano i docenti, gli studenti

e i rappresentanti eletti di genitori, enti e

associazioni.

La storia

  LA STORIA

L’idea della Rete nasce nell’estate del 2005 per

iniziativa di alcuni docenti delle scuole bellunesi

che hanno deciso di condividere con alunni, genitori

e associazioni un viaggio umanitario in Romania,

frutto di un percorso di sensibilizzazione,

conoscenza e attivazione che ha portato alla raccolta

di alcuni fondi per sostenere una realtà

particolarmente difficile di un asilo e di una

scuola nella Moldavia rumena.

La Mission

LA MISSION

Coinvolgere il territorio attorno ai giovani, alla scuola,

al futuro della nostra comunità, in una corresponsabilità

educativa che deve portare alla costruzione

di un futuro migliore, partendo dalla valorizzazione

degli studenti e dall’interazione educativa giovane-adulto.

 

Pagina 11 di 12