Le Scuole in Rete

Africa ed Estremismo islamico - Incontro/dibattito con Antonella Napoli giornalista e presidente di Italians for Darfur - lunedì 12 ottobre 2015 – Belluno e Feltre Per la cittadinanza ore 18 presso Aula Magna IIS Catullo

Le Scuole in Rete per un Mondo di Solidarietà e Pace, all’interno del progetto Camminare insieme per un nuovo umanesimo sviluppato in partnership con il Comitato d’Intesa e con il cofinanziamento della Regione Veneto, organizzano due incontri con Antonella Napoli, giornalista, scrittrice e presidente di Italians for Darfur. Temi degli incontri, a cui parteciperà anche Piergiorgio Da Rold direttore dell’ong Insieme Si Può, saranno la geopolitica africana, l’estremismo islamico e la persecuzione delle minoranze. Gli incontri con gli studenti si svolgeranno con modalità seminariale e interattiva il 12 ottobre dalle 8 alle 9:50 a Belluno (Centro Giovanni XXIII o Aula Magna ITI Segato) e a Feltre (Aula Magna Ist. Colotti) dalle ore 11 alle 12:50. Antonella Napoli è scrittrice e collaboratrice di Vanity Fair, Limes e Huffington Post. Ha appena pubblicato il libro “Meriam” su tema delle persecuzioni delle minoranze cristiane ed è l'unica giornalista italiana ad aver raccolto in un libro (ndr "Volti e colori del Darfur", Edizioni Gorée) le testimonianze delle donne vittime in Sudan di stupro, utilizzato come arma di guerra. Autrice del reportage "Andata e ritorno dall'inferno del Darfur", ha inoltre ricevuto la Medaglia di Rappresentanza della Presidenza della Repubblica.

Ecco il manifesto

Leggi tutto...

Progetto: Azzardo non chiamiamolo gioco

 Campagna contro il gioco d'azzardo che l'Associazione Genitori Sedico e il Comitato Vivi Sedico hanno organizzato con il sostegno delle Scuole in Rete.

Il tema è importante e fa parte di altre azioni che abbiamo messo nel nostro programma sul problema che mette tremendamente a rischio anche i giovani. 

ECCO QUA LA LOCANDINA 

 

Leggi tutto...

Partners

  • Ufficio Scolastico  di Belluno (U.S.T. n. VIII)
  • Consulta Provinciale degli studenti Provincia di Belluno
  • Centro Servizi del Volontariato per la Provincia di Belluno
  • Comune di Belluno
  • Comune di Ponte nelle Alpi
  • Comune di Agordo
  • Comune di Pieve di Cadore
  • Consorzio dei Comuni B.I.M. Piave BL
  • Fondazione Teatri delle Dolomiti
  • I.S.B.R.E.C.
  • Coord. di Belluno di Libera (Associazione di nomi e numeri contro le mafie)
  • “Insieme si può…”ONG
  • Associazione “Gruppi Colibrì”
  • UNICEF  -  Comitato provinciale di Belluno
  • Rotary Club Belluno
  • Lions Belluno Host
  • Emergency
  • Comitato Pollicino
  • Coordinamento per la pace della provincia di Belluno
  • Cooperativa “Samarcanda”
  • Associazione Amici dei Disabili e dei MinoriASSI Associazione Sociale Sportiva Invalidi -Belluno 

 

 

Chi siamo

CHI SIAMO

  • 30 Istituti di tutti gli ordini di scuola e rappresentativi

          di tutte le aree geografiche della provincia

  • 41 associazioni
  •  6 enti pubblici
  •  1 Istituto scolastico e 1 Comune rumeno
  •  In rete con altre 5 Reti di livello nazionale e

          internazionale

  • In collaborazione con l’Università di Padova

         (Centro Diritti Umani).

Le attività

LE ATTIVITA’

  • Eventi collettivi: Spettacoli a tema, percorsi di formazione,conferenze aperte anche alla cittadinanza, incontri con esperti, formatori, testimoni.
  • Sostegno alle iniziative delle rappresentanze degli studenti
  • Corsi per docenti ed alunni (aperti alla cittadinanza).
  • Valorizzazione delle buone pratiche delle scuole
  • Raccolta di materiali, testimonianze, informazioni sul sito e condivisione “globale”.
  • Coinvolgimento della comunità attorno alle esigenze dei giovani e progettazione di iniziative per la collettività che partano dai giovani.
  • Diffusione della cultura della collaborazione e condivisione.
  • Raccolta di fondi per la solidarietà.
  • Stage di volontariato, viaggi di formazione e scambi in Italia e all’estero.
  • Promozione di laboratori di progettazione tra studenti.

I nostri valori

I NOSTRI VALORI:

 

I valori di riferimento sono iscritti nella

Costituzione Italiana, nella Dichiarazione Universale

dei Diritti Umani, nella Carta dei Diritti

Fondamentali dell’UE, nelle altre norme sottoscritte

dall’Italia, negli statuti della Regione,

della Provincia di Belluno e dei Comuni di

riferimento.

La Rete promuove tutte le iniziative che

favoriscono la diffusione di una Cultura di

Pace e la Cittadinanza Attiva nel senso più

ampio del termine (dallo Statuto della Rete).

Riconoscimenti

RICONOSCIMENTI

Il progetto delle Scuole in Rete 2009/2010 è risultato

primo nel Bando nazionale per la sperimentazione di

Cittadinanza e Costituzione indetto dal Ministero,

avendo conseguito il punteggio massimo. Pertanto è

diventato una buona pratica di riferimento proposta

a modello dal Ministero sul sito “Cittadinanza e Costituzione”.

Il Metodo

IL METODO

CONOSCERE/ESSERE CONSAPEVOLI

PARTECIPARE/INCONTRARE

 PROGETTARE/ESSERE PROTAGONISTI

 

  •  “Metterci la faccia”: dalla parola all’azione, dalla

            sensibilizzazione all’attivazione, dalla conoscenza

            all’assunzione di responsabilità, dalla responsabilità

            alla corresponsabilità.

  •  Migliorare l’efficacia dell’azione attraverso il coinvolgimento

           della comunità: “per educare un bambino

           ci vuole un villaggio” (proverbio africano)

          ...e viceversa.

  •  Sviluppo dell’efficacia delle azioni e delle relazioni

           sviluppando al massimo la cultura dell’agire in

           rete, della moltiplicazioni delle sinergie, previa

           condivisione dei valori e dei progetti.

 

La struttura della Rete

LA STRUTTURA DELLA RETE: 

 

1.L’ASSEMBLEA GENERALE a cui partecipano tutti gli

enti, le associazioni, le scuole (dirigenti, docenti,

genitori e alunni) e i liberi cittadini

 

2.IL DIRETTIVO, a cui partecipano i docenti, gli studenti

e i rappresentanti eletti di genitori, enti e

associazioni.

Sottocategorie

Pagina 13 di 14